Scuole e laboratori

Credo sinceramente che per il bambino, e per il genitore che cerchi di guidarlo, conoscere non sia neanche lontanamente importante quanto sentire. Se le nozioni sono i semi che più avanti producono conoscenza e saggezza, le emozioni e le impressioni dei sensi sono il terreno fertile in cui quei semi devono crescere.”

Diffondere l'amore per il mondo naturale

È vitale per noi ricordare le parole di Rachel Carson, autrice del fondamentale “Primavera silenziosa“, mentre pianifichiamo e organizziamo i nostri incontri con i bambini.  Il nostro obiettivo è catturare il loro interesse e condividere la nostra meraviglia mentre osserviamo la natura in modo da coltivare il terreno fertile di cui parlò Carson

La nostra speranza è che questi bambini sviluppino un profondo apprezzamento per il mondo naturale, anche grazie al nostro contributo, e che ciò li ispiri a diventarne buoni custodi, proteggendo l’ambiente per tutta la vita. 

Laboratori di disegno naturalistico

Disegnare significa vedere le cose con occhi diversi. Mentre disegniamo osserviamo, senza fretta prendendoci il tempo necessario e concentrandoci solamente sul soggetto che abbiamo davanti. Mediante la nostra descrizione e anche grazie al tempo che dedichiamo a questa attività, si crea una connessione più profonda con ciò che stiamo descrivendo e osservando.  In questo momento storico, dove tutto nelle nostre vite (e di riflesso anche in quelle dei bambini) è così veloce questo approccio, quasi meditativo, dona una consapevolezza diversa del soggetto e di ciò che ci sta attorno.

I bimbi saranno accompagnati nei laboratori di disegno da una nostra collaboratrice, Sara Michieli, che si occupa di illustrazione per l’infanzia a livello professionale da più di 10 anni.

Di seguito qualche esempio degli incontri organizzati negli ultimi mesi.

Foglie, bacche, semi

Partendo da campioni recuperati in natura  (da noi o dai bambini a seconda del contesto) di foglie, bacche e semi gli alunni/e le disegneranno, cercando di cogliere i diversi dettagli. Potranno essere aggiunte note e impressioni sfruttando tutti i sensi “Che cosa mi ricorda? Che odore ha? Com’è la sua superficie al tatto?”  imparando a conoscere i vari soggetti studiati. 

I disegni potranno essere realizzati con tecniche diverse (collage, pastelli a cera, gessi, matite, pennarelli ecc), senza dare vincoli stretti. In questo modo verrà lasciata libera scelta di interpretazione e i lavori finali saranno più variegati, non “piegati” ad un’unica idea valida ed  imposta.